Casa di Accoglienza 

di POFI (FR)

Dalle Fraternità

Segui Francesco
Segui Francesco

Notizie

3-5 Marzo Esercizi Spirituali presso l'Oasi di Greccio

Presentato il nuovo libro di Silvano Scalabrella :          "In attesa dell'Homo donans" Introduzione alla Dottrina Sociale della Chiesa

"Nel momento attuale del processo di globalizzazione, la questione centrale che potremmo porci in sintesi è: come possiamo conciliare Mercato e Democrazia? [...] l’uomo deve essere fondamentalmente homo oeconomicus oppure homo donans, capace di donare il surplus di valori che nessun calcolo matematico potrà mai garantire a tutela della convivenza inclusiva e della fratellanza umana?"

 

A queste domande cerca di dare una risposta il nostro fratello Silvano

con il suo libro del quale potete leggere la copertina qui

La scomparsa di Fra Pietro Prestinizi OFMconv

Oggi è tornato alla Casa del Padre il nostro fratello P. PIETRO PRESTINIZI OFM Conv.. I funerali si svolgeranno mercoledì alle ore 11 nella cattedrale di Civitavecchia.
Per anni assistente regionale dell'OFS. Ha svolto il suo servizio tra noi con amore, sollecitudine e delicatezza.
Ha avuto sempre un cuore aperto alle nostre vite accogliendo con un amore fraterno la vita dell'Ordine Francescano Secolare.
La sua generosità, la sua bontà e la sua totale disponibilità lo rendevano tra noi profumo del servizio di Cristo.
Lo ricordiamo con il suo sorriso di speranza, con il suo sguardo fraterno di incoraggiamento e con la sua sollecitudine pastorale sempre attenta ai bisogni dei fratelli e delle sorelle dell'OFS.
S. Francesco, che certamente lo ha accolto alle porte del cielo, ha abbracciato oggi un suo figlio mite, umile e generso e ha scambiato con lui lo sguardo sorridente di chi ha reso la sua vita dono di Dio.
Nelle mani della Vergine affidiamo la nostra preghiera per P. Pietro, che oggi guarda il nostro ordine dalla prospettiva d'amore e di sostegno che è propria di Dio.
Alla Famiglia dei Frati conventuali nella persona di P. Vittorio Trani ci facciamo vicini in questo momento di dolore con la preghiera e l'abbraccio fraterno colmo di ogni consolazione.
Roberto, ministro regionale OFS Lazio

Natale 2016 - Auguri dall'OFS e GIFRA del Lazio

Acquista in Libreria e devolverai il 10% ai terremotati

 

Un'iniziativa per i terremotati per non dimenticare, mettendo sotto l'albero di Natale la carità verso questi nostri fratelli che ora vivono la precarietà della vita, dai bambini agli anziani. OFS Lazio e Liberia Ancora di Roma insieme per essere speranza di vita e luce nella notte della vita per le popolazioni terremotate. FINO AL 2 FEBBRAIO chi acquista direttamente in libreria o tramite online con codice F1226 potrà devolvere il 10% di ciò che acquista ai terremotati direttamente e concretamente.
Fatevi promotori presso i vostri amici, i vostri parenti, i gruppi e mettete la locandina dove potete: parrocchie, negozi ecc.
grazie di cuore
Roberto OFS Lazio e Fr Luciano per Liberia Ancora srl

8 Dicembre con i bambini del terremoto delle Marche

Il crocifisso di S.Damiano viene benedetto da SS Papa Francesco nell'udienza del 26 ottobre 2016, prima di iniziare la peregrinatio tra le fraternità OFS del Lazio - 

 

 

 

Inizia l'Avvento

E'attesa della luce del Signore...

Alzate gli occhi al cielo e respirate

il suo amore..

Verso Betlemme...

 

Roberto - Ministro Regionale

Old News

L'amore si fa carne: itinerario spirituale 25-27 nov

Oltre i luoghi comuni

Conoscere , approfondire, fare esperienza del messaggio del Poverello di Assisi: è il fine del week-end “L'amore si fa carne”, un itinerario spirituale in compagnia di san Francesco e santa Chiara. Destinato a giovani, laici, coppie, a tutti coloro che sono incuriositi o appassionati da una storia di 800 anni fa, che ancora oggi interpella uomini e donne del nostro tempo. Proposto dall'Ordine Francescano Secolare. A Roma dal 25 al 27 novembre, in via delle Mura Aurelie, 9. Per info e prenotazioni: 06- 632494 o itinerari@ofs.it.

L'amore è tenerezza di Dio - 17Nov S.Elisabetta

Beati coloro che offrono con la propria vita la tenerezza di Dio
Fratelli,
nella festa di S. Elisabetta d'Ungheria vorrei idealmente aggiungere questa beatitudine, affinchè diventi per le nostre fraternità apertura al dialogo, al confronto e alla riconciliazione in nome di Elisabetta, la donna che divenne principessa della carità. Aprite il cuore della vostra vita, della vostra fraternità e della vostra casa all'amore di Dio, che rende meno aspro, meno duro e meno faticoso il cammino di vita. Rompete con la dolcezza della Croce e della Carità i muri della separazione, dell'esclusione e della reclusione settaria. La tenerezza ci renderà fratelli della riconciliazione, della pace e del Risorto, che dona alla nostra vita, alla vita del mondo e della Chiesa: la pace.
Se non sapremo riavere lo sguardo di sincerità, di verità e di carità tra fratelli vana sarà la nostra opera fraterna. Possiamo fare ogni bel progetto e ogni bella opera, che gratifica noi stessi, la nostra fraternità e la nostra piccola chiesa, ma se non c'è amore, tenerezza, accoglienza e carità tutto verrà portato via dalla prima brezza dell'esistenza, perché alle fondamenta del nostro essere non c'è Dio. Questo è l'insegnamento di Elisabetta: chi vive di Dio è portatore del suo amore, della sua misericordia e della sua dolce tenerezza. La nostra vita sia meno tenera di Dio che accarezza con dolcezza, soavità e pazienza le ferite della povertà umana: giovani, ammalati, esclusi, poveri, disoccupati, senza tetto, terremotati, bambini ecc.
Dio ci doni la forza di S. Elisabetta nell'essere messaggeri di perseveranza, di riconciliazione e di carità. Cominciamo con verità a stimarci l'uno con l'altro, perchè siamo capaci di cose belle, vere e magnifiche quando facciamo sì che il nostro cuore diventi tabernacolo dello Spirito di Dio. Sono convinto che siamo forti e pronti a non mollare e ad imbracciare il coraggio della fede perchè nel nostro cuore vedo sempre accesa la fiamma della speranza. Coraggio fratelli camminiamo al fianco di Elisabetta e riportiamo al mondo la bellezza di Dio.
Permettetemi, infine, di abbracciare tutti i nostri fratelli professi anziani, la forza della nostra famiglia.
Un abbraccio fraterno speciale ai giovani, che possano trovare la svolta della vita nel realizzare i sogni del cuore e della speranza. Un abbraccio d'affetto pieno e intenso ai fratelli della Gioventù Francescana, tanto cara al nostro cuore e alla nostra vita fraterna. Un bacio fraterno ai piccoli araldini, che sono il tesoro prezioso della nostra fraternità. Grazie a tutti coloro che vivono i tanti servizi nelle fraternità a più livelli poiché con il loro cuore di servi rendono la fiamma di Francesco sempre accesa per ogni uomo del nostro tempo. Grazie di cuore!
Un saluto affettuoso e pieno di gratitudine ai fratelli del primo ordine. Ringrazio prima di tutto i padri provinciali per la disponibilità, la loro attenzione e la loro accoglienza nei confronti del nostro cammino e delle nostre fatiche fraterne. Dio benedica sempre questo fraterno sodalizio tra primo e terzo ordine affinchè insieme al sostegno della vita contemplativa del secondo ordine possiamo essere evangelizzatori nel campo dell'umanità del Vangelo, della perseveranza e della Carità.
Un grazie speciale per il lavoro, la dedizione e la disponibilità autentica dei fratelli assistenti che condividono con noi il cammino nel servizio regionale. Una preghiera di ringraziamento e di augurio fraterno ai frati che sostengono con la loro assistenza spirituale tutte le nostre fraternità locali. Il nostro grazie si fa preghiera per loro e per tutte le loro fatiche.
Buona Festa di S. Elisabetta.
Roberto
ministro regionale OFS Lazio

Assisi 5-6 Novembre Assemblea regionale ed inizio della peregrinatio del Crocifisso di S.Damiano

Si è tenuta presso Casa Leonori a S.Maria degli Angeli dal 5 al 6 Novembre, l'assemblea regionale delle fraternità del Lazio che erano presenti con 150 fratelli in rappresentanza di 42 fraternità. Ha aperto i lavori assembleari, Mons.Lorenzo Chiarinelli che ha tenuta una catechesi sul Crodifisso di S.Damiano ed il messaggio che dà oggi ali francescani secolari. A chiusura della intensa 2 giorni  vi è stata la consegna del crocifisso di S.Damiano, offerto dai 4 Provinciali e benedetto da SS.Papa Francesco, alle fraternità della zona di Fra Cattaneo per l'inizio della peregrinatio che si concluderà nel Settembre 2018 dopo aver visitato tutte le 87 fraternità della nostra regione. Qui potete ascoltare l'intervento di Mons.Chiarinelli e veder alcune immagini dell'Assemblea.

Definite le cariche del Consiglio Regionale

La Fraternità Nazionale Tedesca per i terremotati

L'11 Ottobre presso il Santuario di Greccio si è avuto l'incontro tra il Consiglio Regionale del Lazio (Presenti Isabella e Giulio) e la rappresentanza delle fraternità della Germania, guidate dalla Ministra Nazionale che ha consegnato un assegno di 5000.00€ come offerta per i terremotati di Amatrice. Grazie fratelli per la vostra generosità!!

4 Ottobre Festa di S.Francesco d'Assisi

Il sogno di Francesco, essere pellegrini e forestieri del mondo e nel mondo

  

Messaggio del Ministro Regionale

Corso di Formazione e discernimento per volontariato e per la missione.

Carissimi
l'ordine francescano secolare d'Italia e la Gi.Fra offrono un'opportunità unica per prepararci all'attività di volontariato e di missione. Diffondere il vangelo della speranza vuol dire anche avere tutte quelle conoscenze e quella formazione necessaria per svolgere un servizio ai fratelli con una qualità che identifica e rende unica la nostra voglia di essere servitori degli ultimi, degli esclusi e degli emarginati. Pertanto esorto i nostri fratelli del Lazio, che sentono questa speciale chiamata a tale servizio, di non esitare a fare questo percorso formativo. Allo stesso tempo ogni fraternità deve mostrare quella capacità di essere solidale e di sostegno con quei fratelli, che pur volendo partecipare, trovano difficoltà economiche.
Potette trovare il materiale informativo e la scheda di partecipazione su questo link del sito nazionale dell'OFS.

 

 

un abbraccio di pace e bene
Roberto
ministro regionale OFS Lazio

17 Settembre Inaugurato a Rieti il "Centro zonale di formazione francescana"

Inaugurato oggi presso il Monastero di Santa Chiara a Rieti il centro di formazione zonale francescano dedicato a "fra Angelo Tancredi" uno dei primissimi compagni di Francesco, alla presenza del ministro regionale Roberto Luzi, mons. Chiarinelli vescovo emerito di Viterbo, il Vescovo di Rieti Domenico Pompili e tutte le fraternità della valle santa.

 

Qui la relazione introduttiva ed alcune immagini della giornata.

17 Settembre - Festa delle Stimmate di S.Francesco

Carissime sorelle e fratelli dell'OFS del Lazio
questa festa ci ricorda sempre la dolcezza dell'amore di Dio. Dio rende segno della sua carità il figlio che si dona e si consegna totalmente ala volontà del Padre. In questo giorno possiate riscoprire questa dedizione al servizio della carità, che non è ritualità di vita, ma testimonianza dei segni della croce. Possiate riscoprire la voglia di essere immagine viva, credibile e sana del Signore, che si fa dono e dolcezza di una presenza forte, nuova e bella nella vita dei fratelli partendo da coloro che vivono le periferie dell'esistenza. In questo momento il mio fraterno pensiero va agli uomini e donne depredati di tutto dal terremoto del centro Italia. Il mio pensiero va ai piccoli schiavizzati per lavoro, per la tratta del sesso e resi poveri nell'anima, nello spirito e nelle necessità materiali. Il mio pensiero va alle donne, che subiscono violenze di ogni tipo. Questi sono i nuovi segni della passione. Il mio pensiero va ai giovani, che soffrono la fatica dell'inclusione sociale attraverso un lavoro precario o inesistente. Il mio pensiero va ai nostri fratelli anziani e ammalati, che soffrono la croce della solitudine. Siano i segni odierni della passione del Signore risveglio dei nostri cuori ad essere fino in fondi seminatori di bene e di pace.
Buona festa delle stimmate!
Roberto Luzi
ministro regionale OFS Lazio
Triduo per la preparazione della Festa delle Stimmate
TRIDUO.doc
Documento Microsoft Word 398.0 KB

3-4 Settembre Consiglio Regionale al Piglio

Si è tenuta nei giorni 3 e 4 Settembre al convento del Piglio, la seconda riunione del Consiglio Regionale vissuta in serenità e condivisione, ecco la lettera del Ministro Regionale che ha mandato a tutte le fraterntà del Lazio, con il verbale dell'incontro.

Emergenza terremoto Amatrice

Come ottenere il testo di formazione anno 2016-2017

Qui potete trovare indicazioni sul nuovo testo di formazione nazionale e su come ottenerlo

1 Settembre - Giornata del Creato

Carissimi

pace a voi!

 

Nella giornata di preghiera, che Papa Francesco ha voluto, per la cura del Creato (1 settembre 2016) è doveroso ricordare il nostro impegno perché il rispetto dell'ambiente sia attenzione integrale al creato per amore del Creatore. Curare è ricordarci che siamo i giardinieri di Dio, che custodiscono e coltivano il creato. Mi soffermo brevemente su questi due verbi.

Custodire, come spesso ci ricordava il fratello Bruno Tomarelli, è quel prendersi cura cominciando dalle relazioni fraterne all'interno delle nostre fraternità e tra noi. Essere custodia significa esprimere quell'amore, che ha come misura la croce, verso i fratelli, verso le creature e verso il creatore. Custodire è la prima declinazione del verso amare. Coltivare è l'azione del custodire, cioé dell'edicarsi e dell'educare secondo la Parola del Vangelo, che è il seme unico del giardino di Dio, nel quale ci ricorda san Francesco noi siamo l' Humus che nella grazia porta il frutto della speranza e che lo pone nella vita dei nostri figli. Allora fratelli questa giornata sia preghiera di contemplazione per il Creato verso il Creatore. Contemplazione vuol dire custodire e coltivare allo stesso tempo l'opera della Trinità. Con - templum - actio vorrei leggerla così la contemplazione del creato insieme (cum) per custodire ed edificare il tempio, cioè la casa comune e renderla accoglienza e solidarietà verso tutti (azione).

In Francesco sia la nostra vita contemplazione del giardino di Dio.

Buona giornata di preghiera per la nostra casa comune.

Roberto Luzi

Ministro Regionale O.F.S. Lazio

 

PS: segnalo questo bel sussidio di frati minori sulla custodia del creato

http://www.ofm.org/ofm/?p= 11174&lang=it

25 Agosto festa di S.Ludovico co-patrono OFS

"Il Signore ti dia la grazia di fare la sua volontà, perché riceva onore e gloria per mezzo tuo e, dopo questa vita, conceda a tutti noi di giungere insieme a vederlo, amarlo e lodarlo senza fine"
lettera di S. Ludovico al figlio
In questa festa di S. Ludovico, nostro patrono, il pensiero va ai nostri fratelli terremotati che hanno vissuto quella tragedia di aver perso ogni cosa e anche gli affetti più cari. La nostra solidarietà diventa casa, accoglienza e calore di Dio. Le nostre lacrime gonfiano il fiume del dolore che bagna il cuore di Dio e che con ogni perseveranza ci invita ad essere le mani della solidarietà, il cuore del conforto e la voglia di vita di chi si sta arrendendo alle difficili condizioni dell'esistenza. La nostra preghiera diventi carezza di conforto per i nostri fratelli e sorelle, che sono inconsolabili e spenti di fronte ad una vita amara e in cui la speranza si è sbriciolata come molte loro case. 
Invochiamo la forza, la fede e la santa protezione di san Ludovico perchè porti il confroto di Dio e doni ogni bene ai soccorritori, che mostrano la grande capacità della generosità umana.
Questa festa sia per noi all'insegna della carità e della preghiera, così come in San Ludovico Dio ci insegna e ci mostra.
Possa San Ludovico donarci pace e misericordia nelle nostre vite, nelle nostre fraternità e nelle nostre relazioni, perchè fiorisca veramente nel giardino della Chiesa la pianta sempre nuova di Francesco d'Assisi che mostra ad ogni uomo del nostro tempo il volto di Carità e della perfetta letizia attraverso le nostre vite, i nostri sguardi e le nostre braccia di speranza.
Un abbraccio fraterno di Pace e di Bene.
Viva San Ludovico!
Roberto
ministro ofs Lazio

2 Agosto 2016, VIII centenario del Perdono d'Assisi

Ti prego che tutti coloro che, pentiti e confessati, verranno a visitare questa chiesa, ottengano ampio e generoso perdono, con una completa remissione di tutte le colpe”. 
 
CRISTIANI DEVONO ESSERE TITOLARI E NON RISERVE (Papa Francesco)
 
In questo ottavo centenario del Perdono d'Assisi nell'anno del Giubileo della misericordia vi scrivo per condividere la gioia del dono del perdono che Francesco ha chiesto per noi. Oggi questo dono deve diventare partenza per una vita, che deve rinascere nei nostri cuori di fronte ad un mondo, dove l'odio e la violenza vogliono strozzare con la paura la nostra esistenza. Il Perdono d'Assisi è momento di speranza per viverlo prima di tutti nelle nostre fraternità. Perdono vuol dire offrire il proprio cuore, la propria persona come servizio concreto per la vita dei fratelli e sorelle della nostra fraternità. Il nostro servizio sia luce di speranza perchè offrendo la nostra vita per gli altri possiamo far crescere nella nostra fraternità la gioia di essere chiesa, la felicità di essere in relazione fraterna e la bellezza di testimoniare da titolari, come dice papa Francesco, il dono della misericordia. Fratelli entriamo nella porta della misericordia, che è il cuore di nostro fratello, e riavremo la visione gioiosa della vita nel Signore. Cominciamo noi a vivere il perdono concedendo perdono e vivendo nel servizio al perdono. Abbiate il coraggio di cambiare la faccia delle fraternità, della chiesa e del mondo intero con la forza dell'abbraccio della misericordia, che non è debolezza di Dio, ma che è la forza della Resurrezione del Signore.
Per questo inizieremo il nostro cammino da Assisi il 5-6 Novembre proprio perchè vogliamo entrare insieme nel cuore misericordioso di Dio e poi essere misericordia che tutto comprende e tutto fa rinascere nelle vite ferite dei nostri fratelli, nei nostri giovani e negli ammalati ed anziani e non ultime nelle famiglie.
Un abbraccio fraterno di Pace e Bene
Roberto
ministro reg. OFS

Circolare del Ministro Nazionale per l'VIII centenario del Perdono d'Assisi

Convegno nazionale Araldini 2016

Si è tenuto ad Assisi dal 13 al 17 Luglio il Convegno Nazionale Araldini, qui alcune immagini dell'evento.

Messaggio del Ministro sul delitto di Rouen

I Francescani secolari del Lazio invocano il Signore, fonte di ogni bene e della pace, per le vittime del crudele attentato alla chiesa di Rouen in Francia. Ci stringiamo attorno alla comunità cattolica che piange la scomparse del loro Parroco P. Jacques Hamel ed invochiamo per lui la misericordia di Dio. La speranza del dialogo e della preghiera deve far rimanere sempre aperta la via del dialogo. Possano i terroristi aprire il cuore alla pace e alla convivenza fraterna. Caino cessi di alzare la mano omicida verso Abele. Il nostro impegno di francescani per la pace sia preghiera incessante e nel quotidiano la preghiera diventi semina di accoglienza, di dialogo e di speranza. Maria regina della pace fermi la mano del violento e interciada presso il Figlio perchè possa aprire nei cuori cupi dell'odio orizzonti d'amore, d'amicizia e di prosperità.

 

 

Presentato il libro su P.Quirico Pignalberi ofm conv

 Sabato 16 luglio presso il comune del Piglio alla presenza di SER Mons. Girotti e delle autorità religiose e civili del luogo è stato presentato il Libro sulla vita del Venerabile P. Quirico Pignalberi scritto da P. Angelo Di Giorgio ofm conv.

All'evento ha partecipato in rappresentanza dell'OFS il ministro Regionale Roberto Luzi, il delegato di zona Giovanni Laurenzi e l'ex responsabile EPM Maria Grazia Di Tullio.

Messaggio del Ministro Regionale per la Pace!

La strategia del terrore negli ultimi giorni semina paura e morte negli animi dell'umanità. Nizza, Turchia e la Siria sono la continuità di un unica strategia che continua a mietere morte anche ed ancora nei sbarchi nelle nostre isole. Il nostro impegno di francescani per la pace non può e non deve vederci spettatori nei confronti dell'escalation della violenza, che cerca di occupare il potere assoluto dell'umanità. Dobbiamo essere nella chiesa in prima linea per costruire il dialogo delle culture diverse, l'incontro delle religioni, che sembrano motivi di terrorismo e causa della guerra a pezzetti, la costruzione di una casa comune che dia speranza di pace ad ogni uomo del nostro tempo, perché possa aprirsi una nuova era della tolleranza e dell'inclusione. Il nostro essere francescani, che donano la vita per la fratellanza dell'umanità deve diventare implorazione del dono della pace e della conversione dei cuori mettendoci del nostro, cioé la nostra vita e il nostro impegno. Riprendiamo le armi del Vangelo (Mt 6,1-18)  invocando il nome del Signore, che possa far scendere come rugiada dal cielo la forza di incrociare lo sguardo tra noi da fratelli e non come nemici. Il ruolo della politica diventi impegno, servizio e lavoro per costruire strade di speranza, luoghi di incontro e sentieri di crescita umana, civile e per il progresso di tutti. Il nostro impegno riparta dalla parola di Dio che ci indica la strada della preghiera, del digiuno e della carità, come forme che colpiscono il cuore di Dio e lo portano a intenerirsi alla richiesta umana. Sia la pratica della preghiera, il segno della nostra volontà di uomini di pace, sia la pratica del digiuno, che ci fa manifestare la volontà di privarci di ogni cosa per ottenere dal Padre il dono della Pace e la pratica della carità come semina nei cuori dei fratelli della nostra volontà di essere volto del Dio della pace.

 

      Preghiera, digiuno e carità insieme alla misericordia

 

siano le nostre strade da intraprendere nelle forme che pensiamo opportune perchè possa riaccendersi nel cuore dell'umanità la voglia di costruire insieme una civiltà dell'amore, dell'accoglienza e della inclusione sociale. In questa memoria della BVM del Monte Carmelo affidiamo nelle mani della Madonna della Pace le nostre preghiere.

Invito ogni francescano, ogni fraternità a invocare la Pace attraverso un momento di preghiera, un digiuno  o un gesto di carità o di misericordia per invocare il dono della PACE 

ricordando le stesse parole di San Pietro Crisologo: "La preghiera bussa, il digiuno ottiene, la misericordia riceve" ( cfr dai “Discorsi” di san Pietro Crisologo, vescovo Disc. 43; PL 52, 320 e 322). In questo giubileo della misericordia ci siano di incoraggiamento le parole di Papa Francesco, che ci invita ad essere uomini di dialogo e la preghiera essendo il digiuno e l'elemosina apertura a Dio e ai fratelli (omelia del mercoledì santo 18.2.2015) Possano essere le nostre vite, le nostre fraternità e la nostra comunità francescana sale e luce di una umanità che possa essere fraternità di Dio.

Roberto

 

ministro regionale OFS

1 e 2 Luglio Prima riunione del Consiglio Regionale 2016.2019

 

Nei giorni 1e2 Luglio, presso la Casa OFS in via delle mura Aurelie, si è tenuta la prima riunione del Consiglio Regionale eletto il 12 Giugno scorso. Qui potete leggere la relazione della riunione e vedere alcune immagini delle giornate. 

Iniziativa "Adotta un araldino"

Anche quest'anno per il convegno nazionale degli araldini,
che si svolgerà ad Assisi dal 13 al 17 luglio, possiamo aiutare
gli araldini del Lazio a partecipare dando un contributo libero
e volontario. I nostri piccoli non devo essere privati della gioia
dello stare insieme, poiché il sorriso della vita non deve tramontare
nella loro esistenza. Allora ognuno di noi ed ogni fraternità nel
piccolo può far sentire il calore della vicinanza e la voglia di stare
vicino agli araldini dando un contributo, facendo un versamento
utilizzando l'IBAN di appoggio del Consiglio Regionale OFS
IT57U0335901600100000135798.
Grazie per la vostra generosità, poichè è segno d'amore e di
speranza per le nostre nuove generazioni.

Lettera alle Fraternità del Ministro Regionale

"Si sono appena spente le luci sul Capitolo Regionale che ci ha visti protagonisti di una pagina intensa di vita fraterna e all'interno del quale abbiamo vissuto la preghiera, il confronto fraterno, e dove abbiamo idealmente tracciato un ponte che unisse nella continuità il precedente triennio al nuovo che comincia."

Così inizia la lettera che Roberto Luzi Ministro Regionale neo eletto scrive a tutti i Francescani del Lazio come augurio di buon cammino, e che potete scaricare e leggere.

LETTERA MINISTRI e FRATELLI e SORELLE OF
Documento Adobe Acrobat 334.2 KB

Eletto il nuovo Consiglio Regionale per il triennio 2016-2019

Dopo l'elezione di Roberto Luzi a Ministro Regionale del Lazio e la riconferma a Vice Ministra di Isabella Di Paola, gli 84 fratelli Capitolari hanno provveduto ad eleggere i restanti 7 Consiglieri che lavoreranno insieme nel Consiglio Regionale OFS del Lazio per il triennio 2016-2019. :Antonio Fersini, Angelo Carlizza, Luigi Mirisola, Carla Sanna, Carla Gorello, Claudio Mastrogiovanni, Giada Tiberio.

 

 

 

Al nuovo Consiglio Regionale il nostro augurio di Buon lavoro, un grazie di tutto cuore al "vecchio" Consiglio Regionale per il lavoro svolto con impegno ed amore fraterno per le fraternità del Lazio. A Bruno, Giulio, Maria Chiara, Cristiana, Iride, Adriano, Antonio, Maria Grazia un fraterno GRAZIE ed un caloroso abbraccio!!! 

 

Clicca sulla foto per leggere le relazioni di fine mandato e vedere delle foto del Capitolo.

 

Sinodo, Formazione, Assisi - Documenti finali

 

Documento finale del SINODO

 

Documento finale Formazione regionale

 

Documento finale Convegno Assisi

Solidarietà formativa ad Acilia

CORSO DI FORMAZIONE 2015/2016 ad esperimentum

 

La chiusura del Corso è il tempo opportuno per condividere e ringraziare il Signore per i suoi doni: un piccolo quanto semplice progetto-pilota di una "formazione da fraternità a fraternità".

Tutto è partito dalla tenacia e umiltà di una fraternità, di cui il ministro si è fatto portavoce, di chiedere al Consiglio Regionale :"AIUTO !".

E’ stato approvato un progetto di 6 incontri, con cadenza mensile, non con lo stile della conferenza ma con quello del laboratorio. dove ad una introduzione del tema segue la partecipazione “vissuta” dei fratelli così da promuovere relazioni interpersonali.

PER L'INCONTRO - rispettando logicamente le abitudini della fraternità - è stato fissato l’ultimo sabato del mese come richiesto dalla fraternità medesima.

E’ stato richiesto in particolare di focalizzarci su un tema che sembra scontato ma che da tante esperienze fatte scontato non è : LA VITA FRATERNA.

Per camminare insieme come fraternità occorre imparare principalmente ad ascoltare: mettersi nei panni degli altri, capire l’altro aiuta a capire noi stessi; troppo spesso noi stessi siamo confusi.

La buona comunicazione porta buone relazioni, solo conoscendosi si possono pensare progetti comuni. Il FARE segue l’ESSERE e porta la Cor-responsabilità - cor - cuore: si diventa capaci di dare risposte, si sente la responsabilità dell’altro attraverso:

la PREGHIERA

la COMUNICAZIONE del personale cammino di fede

la TESTIMONIANZA reciproca

il SERVIZIO fraterno

l’IMPEGNO comunitario sia nell’ambito locale che in quello regionale

La bontà dell'esperienza fatta è che ci siamo scoperti fratelli in cammino, imparando a condividere la vita alla luce del Vangelo e sulle orme di Francesco e Chiara, assaporando il SENSO AUTENTICO della nostra vocazione secolare, che non ci vuole né accademici, né mistici, né fratelli-pomposi, ma uomini e donne che nella semplicità del quotidiano riescono a fare la volontà del Padre, a incarnare cioè il Suo comandamento "amatevi gli uni gli altri come io vi ho amato", che altro non è secondo l'insegnamento di Francesco e Chiara “attraverso la fraternità IMPARARE A VOLERCI BENE" .

All’esperienza si sono unite anche alcune sorelle della fraternità di Ostia.

L’impegno continuerà a settembre come richiesto dal parroco e dalle due fraternità.

 

 

Loredana, per le fraternità di Acilia s.leonardo da porto maurizio, fraternità di Ostia, fraternità Frate jacopa s.giovanna antida

Rieti - Istituito un Centro zonale per la formazione

I Ministri delle fraternità della zona "Fra Angelo da Rieti" riuniti in Assemblea, alla luce di quanto espresso dal Sinodo regionale, dall'esperienza degli incontri del corso di formazione regionale fatta in loco,  e dalla esigenza di alcune fraternità, hanno siglato un decreto per l'istituzione di un Centro zonale di formazione presso il Monastero delle Clarisse di S.Chiara. Nei prossimi incontri si lavorerà per la costituzione di un'equipe di formatori che si faranno carico della formazione a carattere zonale ai vari livelli : Simpatizzanti, Iniziandi, Ammessi e Neo-Professi. Una sfida perchè la zona diventi sempre piu una Fraternità!   

9 Aprile Chiusura del Corso di Formazione Regionale                               all'Antonianum

Presso la Pontificia Università Francescana dell'Antonianum, si è svolto l'ultimo incontro del Corso di formazione regionale, tenuto da Fra Luigi Oviedo sul tema "L'aspetto sociale della  evangelizzazione nell'Evangelii Gaudium".

 

Qui alcune foto dell'incontro

 

1-3 Aprile 2016 OFS Lazio in ritiro ad Assisi

Circa 250 i Francescani Secolari del Lazio, 35 le Fraternità rappresentate, 11 alberghi, questi i numeri (se vogliamo parlare di numeri) che si ricavano dalla 3 giorni di Assisi, durante i quali si è riflettuto sui temi della "Laudato sì" aiutati in questo da :

Fra Damiano Romagnolo, Fra Marco Asselle, Fra Pietro Maranesi, Fra Giancarlo Li Quadri Cassini, Mons. Domenico Pompili e Mons. Lorenzo Chiarinelli. 

5 Marzo Precapitolare Regionale

Sabato 5 Marzo p.v. presso la Cittadella dell'Immacolata si terrà la Precapitolare (a cui sono invitati a partecipare tutti i francescani del Lazio) in preparazione al Capitolo elettivo regionale dell'11-12 Giugno 2016, in questa occasione verrà dichiarata la chiusura del Sinodo OFS Lazio con la presentazione e consegna del documento conclusivo.

Leggi la lettera del Ministro Regionale con il programma della giornata-   

Progetto Uova di Pasqua 2016

“IL TUO UOVO DI PASQUA PENSANDO AI POVERI CHE SONO TRA NOI”

Anche quest'anno torna il progetto della Farternità di Don Tonino Bello, della vendita di uova di Pasqua con il fine di aiutare i bisognosi delle parrocchie.

Come negli anni passati potete prenotare le uova usando il modulo che trovate insieme alla lettera del Ns Ministro regionale qui.

9 Gennaio Maria Neve è tornata alla Casa del Padre

Ci ha lasciati Maria Neve Borgogelli Avveduti una grande sorella francescana che ha operato con forza per la unificazione dell'OFS e poi nel Consiglio Regionale del Lazio.

Qui la comunicazione del Ministro Regionale.

Incontri di formazione regionale

Sabato 14 Novembre nelle sedi di corso di Roma, Viterbo, Sabaudia, Pofi e Rieti si è aperto il corso di formazione regionale alla presenza dei 4 Provinciali OFM, OFMcap, OFMconv e TOR, e che ha visto la presenza in totale di circa 200 Secolari del Lazio.

Il prossimo incontro sarà Sabato 13 dicembre.


Qui alcune foto della giornata

Il Consiglio Regionale incontra l'OFS e la GIFRA Lituani

Lo scorso Venerdi 30 Ottobre a Fonte Colombo il Consiglio Regionale insieme al Ministro Nazionale e le fraternità OFS della Valle Santa hanno incontrato un gruppo di Secolari e Gifrini venuti in pellegrinaggio dalla Lituania.

Qui alcune immagini dell'incontro 

Nuovo Conto Corrente bancario

Avendo ottenuto il riconoscimento di Personalità Giuridica, il Consiglio Regionale del Lazio ha aperto un proprio Conto Corrente Bancario svincolato dalla ONLUS Lazio, pertanto da oggi per i vs versamenti bancari il codice IBAN da utilizzare è il seguente :


                                  IT57U0335901600100000135798

intestato a:

           Fraternità Regionale dell'Ordine Francescano Secolare del Lazio  presso:        Banca Prossima - Milano